31 agosto 2011

Io, cittadino al di sotto di ogni sospetto

Oggi vado dal mio medico di base per farmi fare un certificato di idoneità alla pratica sportiva. Ho trovato una piccola palestra vicino all'ufficio e mi sono deciso a fare un po' di sport, in pausa pranzo. Ora, suppongo che un medico dovrebbe solo congratularsi e incoraggiarmi su questa strada, invece lui commenta con un sorrisetto: "Ah, ma lei ha molto tempo da perdere!". Non pensavo che curare la propria efficienza fisica fosse tempo perso, né che un paio d'ore alla settimana fossero 'molto tempo'… Anche a occhio si vede che ho il fisico tipico di un sedentario. Devo avere un grosso punto interrogativo sulla testa (??!) come nei fumetti, alchè il cerusico con aria ammicante mi fa: "Io lo so che lavoro fa". Mbè? Conosce me e la mia famiglia da trent'anni, non spaccio droga e non traffico armi, quindi non vedo perché dovrei nascondere ciò che faccio; ma ho già capito dove si va a parare: sono uno statale, il pària del 2000.

30 agosto 2011

(In) tolleranza svedese ?

Padre padrone mediterraneo troppo manesco, o eccesso di zelo scandinavo che tracima nell’intolleranza? La giustizia svedese è la stessa che sta perseguendo Julian Assange per un reato che non esiste altrove. E, nella vicina Norvegia, il caso Bervik ha mostrato quanto indulgente verso i gravi reati fosse la legislazione di quel paese. Insomma, è normale che uno si faccia tre giorni di galera per uno schiaffo, e rischi solo vent’anni per una strage?

Domanda: ma gli svedesi così severi verso l’italiano manesco, non saranno poi magari più tolleranti verso comportamenti aberranti di persone di diversa etnia, sotto il pretesto del rispetto del multiculturalismo? Perché quello che vale per un arabo non vale per un italiano? Bisogna essere severissimi contro i maltrattamenti in famiglia, ma senza sfociare nel ridicolo.  

 

Stoccolma, schiaffeggia il figlio per strada
arrestato consigliere comunale pugliese

Protagonista della vicenda un politico di Canosa in vacanza in Svezia accusato di maltrattamenti. Ha passato tre giorni in carcere, martedì prossimo la sentenza del giudice

 

Governo ladro....

Dunque gli anni dell'università e del servizio militare non potranno più essere conteggiati1 per calcolare l'età pensionabile. L’ultima trovata del governo punisce le persone istruite e soprattutto i maschi. Pazienza per l’Università: è stata una scelta nostra, potevamo invece andare a zappare, tanto a che serve essere colti in questo paese se la prima cretina con le tette grosse può passarti avanti? Ma il servizio militare no, è davvero uno scandalo. Abbiamo pagato la tassa più pesante di tutte, un anno della nostra vita, immolato per difendere la Patria non si a bene da cosa: è toccata solo a noi maschi, e di questi solo chi non si è imboscato, inventandosi qualche malattia strana o l’obiezione di coscienza. E questo è il ringraziamento? Non si può aumentare l’aliquota agli evasori fiscali che hanno fatto rientrare i capitali con lo scudo, con la motivazione che “bisogna stare ai patti”: ma il patto con noi, con i giovani, con quelli che hanno addirittura giurato fedeltà alla Repubblica?
Questo governo deve andare via, via, via, via!!!

29 agosto 2011

L'ultima conferma...

Uscendo per l’ultima volta dalla Svizzera dopo un sofferto soggiorno di un anno emisi un grido di giubilo.
Ecco l’ennesima conferma che trattasi di un paese di merda:

IN SVIZZERA

Animalisti battuti «Legittimo sparare ai gatti»

ANIMALI Erano state raccolte 14 mila firme per bloccare la caccia di Giusi Fasano
A parte l’insita crudeltà mentale, bisogna essere matti a permettere a delle persone di sparare col fucile nei centri abitati.
Spero che un paio di questi stronzi si ammazzino tra di loro, così imparano a giocare con le armi come dei bambini deficienti.

25 agosto 2011

Magistrati e Dirigenti

Potrei molto dire sull’argomento…

L'INCHIESA- SPESA PUBBLICA

Quei super dirigenti statali pagati con un doppio stipendio

CRONACHE Lo scandalo dei «fuori ruolo». Solo i magistrati sono trecento di Milena Gabanelli e Bernardo Iovene
Commenta

Bell'articolo, ma qualcuno spieghi alla Gabanelli che i magistrati NON sono dirigenti (anche se a loro piace baloccarsi con questa idea...).

23 agosto 2011

Giornalettismo...


Queste sono le gallerie fotografiche più viste su Corriere del Veneto, l’edizione veneta online del Corriere della Sera. Il Corriere della Sera, mica Novella 2000!
Poi ci si meraviglia del boom del Fatto Quotidiano?

22 agosto 2011

Alla ricerca dell'autorità perduta

Alla ricerca dell'autorità perduta - Repubblica.it:
La crisi del Potere e - soprattutto - dell'Autorità, infine, è particolarmente visibile in Italia. Dove la Politica è debole, più ancora della Finanza e dell'Economia. Dove i leader di governo cercano di non dar nell'occhio. Si affidano alla supplenza di altri poteri (relativamente) più autorevoli, come la Bce. Mentre l'opposizione stenta a trasformare l'impotenza della maggioranza in potere. A guadagnare autorità. Il nuovo moto di insofferenza contro la casta non deriva solo dal riprodursi di un sistema di privilegi - e di corruzione - che, in effetti, non è mai cessato. Ma dall'assoluta perdita di autorità della classe dirigente. Soprattutto dei leader che governano il Paese da 10 anni, in modo quasi ininterrotto. Quelli che, fino a un anno fa, avevano trasformato Villa Certosa nella rutilante capitale estiva del Paese. Affollata di veline e velinari. Quelli che parlano di politica con un linguaggio antipolitico. Usano il turpiloquio come linguaggio pubblico. E alzano il dito non per mostrare la luna ...

Come immaginare che possano riscuotere "prestigio" e deferenza tra i cittadini? Se riproducono i vizi e le debolezze del popolo, perché dovrebbero ottenere privilegi e riconoscimento da parte del popolo? Oggi che la crisi minaccia la condizione economica e sociale, la vita quotidiana di tutti?
Questa fase mi pare particolarmente insidiosa. Difficile da superare. È frustrata da un grande deficit di autorità - e di potere. Da una grande povertà di riferimenti etici e di comportamento. Un problema aggravato, (non solo) in Italia, dalla scarsità di attori e persone credibili. In grado di "dire" le parole necessarie a esprimere il sentimento del tempo... Ma, soprattutto, di tradurle in pratiche coerenti. Di dare il buon esempio.

Ilvo Diamanti

Fuga da Ostia?

TURISMO

La grande fuga da Ostia: «In 5 anni
sparito il 50% delle presenze»

CRONACA Secondo commercianti e operatori balneari prosegue il trend negativo: solo nel 2011 le presenze sono crollate del 20%. Parcheggi vuoti, niente code davanti ai locali notturni Fulloni
Ostia, quartiere sul mare di Roma, non è certamente la Sardegna, ma sfigura persino davanti a Pescara: dove c’è un bellissimo e curato lungomare, con la pista ciclabile, e dove si può entrare in spiaggia in qualsiasi punto.
Se Parigi avesse un quartiere sul mare, sarebbe di certo il più esclusivo ed elegante:

20 agosto 2011

Cimabue, fai una cosa e ne sbagli due...

 Non c'è che dire, siamo governati da geni...
(da libertiamo.it):

Sono Robin Tax, rubo ai ricchi, ai poveri e pure allo Stato

di DIEGO MENEGON – Qualche giorno fa Marco Faraci ci segnalava come fosse fuorviante il gergo giornalistico quando parla di miliardi “bruciati” dalle borse. I mercati, osservava, danno dei segnali di prezzo e, nel caso dei mercati borsistici, indicano il valore delle società quotate.
A volte, però, capita che si possa parlare opportunamente di miliardi di euro di capitalizzazione letteralmente “bruciati”. Ad accendere la miccia però non sono i broker, ma i governi. È quanto è accaduto esattamente una settimana fa con l’approvazione della manovra finanziaria. Il decreto legge approvato dal Governo prevede un aumento dell’addizionale sull’energia (la famigerata Robin Tax) da 6,5 a 10,5 punti percentuali e l’estensione dei soggetti cui si applica l’imposta. Come un articolo di legge può bruciare oltre cinque miliardi di euro in poche ore: all’indomani della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della manovra, Snam Rete Gas ha perso il 9,9%, Terna il 13,6%, Enel Green Power il 5,4%, Falck Renewables il 6%, Ternienergia il 3,9%, l’Enel (a cui si applicava già l’aliquota, ma nella misura del 6,5%) ha perso il 4,2%, Saras il 4,4% ed Edison il 3,3%.
In una settimana di negoziazioni a Piazza Affari, i medesimi titoli non hanno conosciuto nessun rimbalzo ed anzi hanno successivamente seguito il trend negativo dei mercati. Possiamo quindi dire che la misura fiscale che dovrebbe portare all’erario 3,6 miliardi di euro in tre anni è costata al sistema paese 5,2 miliardi di euro in un giorno.
I paradossi non finiscono qui. Molte di queste società sono partecipate dallo Stato.

Povertà evangelica?

«Cifre impressionanti», i Vescovi condannano l'evasione fiscale

Giustissimo, ma vogliamo parlare anche di certe immotivate esenzioni? ;-)



Matteo 10, 7-10: In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Guarite gli infermi, risuscitate i morti, sanate i lebbrosi, cacciate i demoni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. Non procuratevi oro, né argento, né moneta di rame nelle vostre cinture, né bisaccia da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone"

18 agosto 2011

Omicidio ferragostano

La nuova figura di reato proposta del Ministro dell'Interno è una trovata di
cui non si sentiva il bisogno. Un omicidio può essere volontario, colposo,
preterintenzionale.
Ma l'omicidio stradale ha senso quanto l'omicidio montanaro, campagnolo,
sulle scale. Una sciocchezza.
Però occorre rendersi conto che la risposta dei tribunali alla mattanza
stradale è debole, e certo non per mancanza di strumenti legislativi.
Il fatto è che un omicidio, quantunque colposo, sempre un omicidio rimane,
ed è scandaloso che sia punito meno di un furtarello.
Se il legislatore intervenisse seriamente, aumentando le pene, non sarebbe
sbagliato.
C'è una deriva del diritto penale che pretende di prescindere dal danno
provocato per avere in mente solo lo stato del reo.
Fa molta differenza se un omicidio è volontario o con colpa grave? Alla fine
sempre un cadavere a terra rimane.
Il proposto reato introduce un'ulteriore discriminante tra i pirati della
strada: quelli che sono ubriachi e drogati e quelli che non lo sono, ma
semplicemente incoscienti.
Le vittime, evidentemente, sono un sottoprodotto di cui non val la pena
occuparsi.

16 agosto 2011

Pane al pane...


...Bossi si è poi rivolto al ministro per la Pubblica amministrazione Brunetta dicendo: 
«Nano, non romperci i coglioni»....  
(Corriere della Sera)

Diciamo la verità, quest'uomo sa anche essere simpatico....

14 agosto 2011

Me and my friends

Just back from Paris, where I had a round of high-level contacts....

02 agosto 2011

Haiti, arrembaggio di aiuti senza strategie Ecco come si rende cronica un'emergenza - Repubblica.it

Haiti, arrembaggio di aiuti senza strategie Ecco come si rende cronica un'emergenza - Repubblica.it: "-Bell'articolo che mette il dito sulla piaga: le NGO hanno un approccio totalmente emergenziale, non sanno e non vogliono fare capacity building, e quindi alla fine perpetuano i mali che dicono di voler combattere. Molto ambigui.