29 novembre 2011

Silvio’s Deluded Postscript - NYTimes.com

Silvio’s Deluded Postscript - NYTimes.com:

it’s not unreasonable to hope that Italians take advantage of his ouster and start to prepare — really prepare — for the future.

Over the Berlusconi era they seemed to grow strangely resigned and even accustomed to him; he was reliable kindling for anger and an easy target for ridicule. And they adopted the refrain that there was no release from his chokehold on Italian life because no one had a comparable megaphone and there was no plausible alternative to him.

It’s incumbent on them now to create one. They no longer have any excuse not to.


23 novembre 2011

Donne .... :-)



coppie esplosive

Perché gli uomini (a cominciare da Woody Allen) adorano le kamikaze

Gelose-morbose, insoddisfatte croniche, insicure patologiche. Creano relazioni che portano i partner nel baratro nell'ossessione. E loro non le mollano. Anche a patto di diventare crocerossini

C'erano quelli che non capivano la domanda: «Se ho mai avuto fidanzate kamikaze? Ma che cosa intendi?». «Quelle nevrotiche, problematiche, autolesioniste ». «Le rompiballe?». «Ma no...». Erano i più numerosi, anime semplici che per definire le donne prevedono solo due voci a scelta da barrare con la x: rompib... oppure no. Poi il gruppo dalla risposta pronta: «Ma certo, mia moglie!»: inaffidabili - maschi certamente incapaci di distinguere tra una che cerca solo di far funzionare come può il ménage familiare e una vera kamikaze. E poi loro, la pattuglia sparuta dei crocerossini innamorati (finalmente utili per questo articolo), quelli che hanno incontrato il tipo femminile così definito da Woody Allen in un’intervista pubblicata su Io donna qualche settimana fa: «Le donne kamikaze, con cui ho perso troppo tempo. Si suicidano con l’aeroplano ma tu sei seduto lì con loro, colpito dalle fiamme come spettatore innocente».

Adele - Rolling In The Deep



05 novembre 2011

Insulti alla giornalista poi Crosetto si scusa: "Ho sbagliato"

Insulti alla giornalista de La Stampa Poi Crosetto si scusa: "Ho sbagliato"- LASTAMPA.it:

Di battute cafone e sessiste, la nostra politica e la nostra televisione sono ormai piene.
Ma per la prima volta da secoli un sottosegretario riconosce di aver sbagliato, e si scusa.
La novità è questa.

02 novembre 2011

Lettera di un pubblico dipendente a un cittadino

Lettera di un pubblico dipendente a un cittadino
Ciao.
Sono un pubblico dipendente.
Chi guida il Ministero che si cura dei dipendenti pubblici ha pensato e detto che sono un “panzone” un po’ “fannullone”, epiteto, quest’ultimo, suggeritogli anche da insigni giuslavoristi eletti in Parlamento.
Nonostante la “panza”, tuttavia sono l’ostetrica ed il ginecologo che ti ha fatto nascere.
Sono l’ufficale d’anagrafe che ti ha dato un’identità, un nome e un cognome.
Sono la “maestra” dell’asilo nido e della scuola materna che ti ha accolto, mentre i tuoi genitori non potevano prendersi cura di te.